Specialità della cucina giudaico-romanesca

Nato nel 2008 ora punto di forza dei fratelli Dabush, Ba”Ghetto propone il meglio della cucina kosher giudaico romanesca con il connubio della cucina mediorientale con piatti sempre rivolti al futuro ma con occhi del passato.
Il ristorante sorge in uno dei quartieri più suggestivi di Roma , sedendosi al esterno infatti si può ammirare il portico d’Ottavia monumento che l’imperatore Augusto fece costruire in onore della sorella Ottavia 
che oltre alla funzione di segnare i confini della zona da cui gli ebrei non potevano uscire durante la notte, i resti di questo antico, rappresentano anche il luogo in cui, fino al secolo scorso, veniva effettuata una singolare vendita di pesce “all’asta” denominata “cottio”, a cui partecipava l’intera popolazione romana. 
I piatti proposti nel locale rispettano in tutto le regole della kasherut e sono racchiuse nella torah il più sacro testo ebraico : tutte le carni sono rigorosamente controllate e macellate secondo regole ferree. Niente latte ne latticini no a crostacei ed invertebrati, vasta scelta di vini che vanno da etichette italiane a israeliane referenze anche di Francia, Cile e California.

Le specialità del locale

“Tonnarelli caciofi e bottarga, Spaghetti alla carbonara, Cous cous, Abbacchio panato su letto di rughetta”

Ba’Ghetto – Roma | tel. 06 68892868 | Quartiere: Centro storico, via del Portico d’Ottavia, 57 | P. medio € 25 | Chiusura: Sabato a pranzo | Orari: 12:00-15:30 19:00-23:30 | Visita il sito




Ristoranti con lo stesso tipo di cucina